Lanza del Vasto: una rassegna sugli studi più recenti

  • Pubblicato in Cultura
  • Letto 1664 volte
Lanza del Vasto: una rassegna sugli studi più recenti
29 Set
2016

Anche a San Vito, ogni tanto, si parla di Lanza del Vasto.

Lo scorso sabato 24 Settembre, infatti, si è tenuta presso la sala conferenze del Chiostro dei Domenicani una rassegna riguardante i più recenti studi pubblicati in Italia sulla figura poliedrica di Giuseppe Giovanni Lanza del Vasto, nato a San Vito dei Normanni il 29 Settembre 1901, esattamente 115 anni fa.

I vari interventi sono stati introdotti dalla dott.ssa Anna Pinto, moderatrice dell'incontro, laureatasi in filosofia con una tesi su Lanza del Vasto, di cui tra l'altro è pronipote. L'obiettivo è stato quello di illustrare e analizzare più a fondo i diversi aspetti della produzione e della personalità del pensatore e poeta di origini sanvitesi.

Il primo contributo è stato quello di Manfredi Lanza, nipote del filosofo, traduttore e saggista, che ha presentato il secondo volume dei Quaderni del Viatico, da lui curato, contente scritti autobiografici risalenti all'anno 1926. In seguito il dott. Massimiliano Bertelli, ricercatore dell'Accademia della Crusca, ha esposto i suoi studi sulla poesia di Lanza, soffermandosi su un'interessante analisi del rapporto con i classici e le avanguardie. Ha concluso la rassegna il prof. Paolo Trianni, docente presso la Pontificia Università Urbaniana, discutendo del Lanza del Vasto fondatore dell'Arca, interprete teologico di Gandhi e del Lanza del Vasto filosofo, teologo e non-violento cristiano.

Un interessante fuori programma è stato l'intervento del giornalista sanvitese Mimmo Sacco, il quale ha ricordato alcuni episodi con Lanza, tra cui l'intervista tenutasi presso la casa di Specchia di Mare qui a San Vito, dove il filosofo è nato e cresciuto; intervista che andò in onda al TG1 e che è stata proiettata durante la rassegna.

Ad aprire la serata e a porgere i saluti, il consigliere Salvatore Musa, delegato all'animazione culturale del Comune di San Vito, che oltre a esprimere grande soddisfazione per l'evento ha accennato all'intenzione di realizzare un progetto di divulgazione.

Oggi, come tutti i relatori hanno tenuto a sottolineare più volte, la figura e l'opera di Lanza del Vasto sono oggetto di studio in tanti centri accademici sia in Italia che in Francia e godono di una crescente attenzione. A noi sanvitesi non resta che mutuare le parole del prof. Trianni, che in conclusione del suo intervento ha dichiarato: “speriamo che anche il Comune di San Vito voglia portare avanti la figura di Lanza del Vasto”. Ce lo auguriamo tutti.